Fortnite

Videogioco sia multiplayer che single-player, lanciato nel 2017 (e disponibile su ogni piattaforma videoludica) che sta spopolando negli ultimi anni. Le tre modalità principali sono: battaglia reale (“Battle Royale”-la più utilizzata) nella quale 100 videogiocatori vengono catapultati in una mappa con lo scopo di eliminarsi a vicenda.

Un altra modalità principale è “Salva il mondo”, dove un massimo di 4 persone alla volta devono collaborare per raggiungere un unico obiettivo.

L’ultima modalità principale è Creativa cioè una modalità di gioco in cui puoi volare e hai un telefono con il quale crei edifici, cest personalizzate e varie cose simili per poi creare la propria mappa oppure usare quella altrui per giocare delle battaglie personalizzate a squadre oppure delle bed wars o anche dei prop unt con la quale anche i giocatori che non sono molto bravi nelle battaglie si possano divertire in diversi modi.

La possibilità, fornita all’utente, di personalizzare notevolmente l’esperienza di gioco, ha indubbiamente contribuito al straordinario successo di Fortnite, rendendolo un fenomeno planetario.

Alcune caratteristiche rendono questo gioco sconsigliabile sotto i 12 anni: si gioca con perfetti sconosciuti selezionati casualmente dalla piattaforma stessa; è facile spendere denaro vero e i ragazzi sono indotti a farlo; nonostante venga utilizzata una grafica cartoon, si tratta di un gioco estremamente violento basato su una caccia all’uomo; i meccanismi di premialità previsti dal gioco agevolano lo sviluppo di una dipendenza dal gioco stesso; i ritmi serrati e l’impossibilità di mettere in pausa l’azione causano oggettive condizioni di stress e nervosismo negli utenti più giovani.

Ultimamente Fortnite ha ospitato un nuovo genere di eventi: concerti “dal vivo” a cui possono partecipare solo i giocatori.

Per comprenderne la portata in termini numerici ed economici, si pensi che, a uno di questi eventi, hanno partecipato oltre 27 milioni di utenti.

« Torna all'indice

Carrello
Torna su