Signal

Applicazione gratuita di messaggistica istantanea, simile alle più diffuse concorrenti WhatsApp e Telegram, caratterizzata da una particolare attenzione alla privacy e alla sicurezza.

Dotata di un codice open source, dispone di più algoritmi di cifratura con cui protegge chiamate, videochiamate e messaggi.

Al pari di Telegram, inoltre, permette l’autodistruzione dei messaggi dopo l’invio. Signal – così sostengono – non può decriptare o accedere al contenuto dei messaggi o delle chiamate, limitandosi a gestire il traffico dei “pacchetti chiusi” di dati degli utenti.

V. nel BLOG: Whatsapp, Telegram e Signal: quanto sono sicuri?

« Torna all'indice

Carrello
Torna su