Swatting

Pratica molto comune negli Stati Uniti che consiste nel formulare una falsa denuncia nei confronti di un videogiocatore famoso per bloccare la sua attività online o per costringerlo a chiudere il suo account.

Solitamente, infatti, il denunciante chiama la polizia segnalando (falsamente) eventi di particolare gravità (quali presunti attentati terroristici o un allarme bomba) in corso presso la dimora del videogiocatore.

Non sono quindi rari i casi in cui le unità SWAT (speciali forze di polizia, da cui il nome dell’espressione) abbiano fatto irruzione nell’abitazione di uno streamer proprio mentre questi stava giocando in diretta ai videogames.

« Torna all'indice

Carrello
Torna su